Battistelli ritira il premio per Semplice

Venerdì 7 Marzo, il Progetto Semplice è stato onorato dalla consegna del Premio “Impresa + Innovazione + Lavoro”, istituito dalla Regione Toscana per dare un riconoscimento alle imprese che sono riuscite a realizzare una crescita qualitativa e quantitativa della propria attività attraverso investimenti in ricerca ed innovazione.

A partecipare al concorso sono state 38 aziende, di varie dimensioni ed operanti in plurimi ambiti produttivi della Toscana: Semplice è stato uno dei 4 Progetti premiati.

Il riconoscimento ha valorizzato l’obiettivo di sfruttamento del patrimonio informativo della P.A. che il Progetto si propone.

DSCN0398

A ritirare il premio – una riproduzione della scultura “La speranza d’oro” del maestro fiorentino Niccolò Niccolai – è stato Roberto Battistelli, Amministratore Delegato di 01s s.r.l.

Alcuni articoli usciti on line:

Battistelli presenta #semplice PA

Nella giornata del 12/2/2014 si è parlato di Progetto Semplice al convegno “Open data: cooperazione tra pubblico e privato per una fiscalità più trasparente verso imprese e cittadini e nuove opportunità per l’economia digitale”, organizzato da Assosoftware e Confindustria Servizi Innovativi e tecnologici a Roma, presso la sede di SSEF – Scuola Superiore dell’Economia e delle Finanze.

Il tema della convention e gli interventi

Tema del meeting erano i dati aperti: più che di openness in senso tecnico-giuridico si è però parlato di apertura come disponibilità dell’informazione, detenuta dalla Pubblica Amministrazione, verso soggetti privati ed Associazioni di categoria e di quanto una maggiore accessibilità alla stessa possa favorire la crescita economica.

Un tema impegnato per oratori di tutto rispetto: erano presenti tra gli altri Francesco Caio – Commissario per l’Agenda Digitale presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri -, Bonfiglio Mariotti – Presidente di Assosoftware – ed Ennio Lucarelli – Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici -, che hanno spiegato la lorovision politica ed economica in tema di dati aperti, sottolineando l’importanza di rendere interoperabili le banche dati pubbliche, in modo da eliminare oneri documentali inutili ed illegittimi a carico dei privati e di raggiungere l’importante traguardo dell’unicità del dato (once, ossia esistente in una sola versione e chiesto al soggetto una sola volta).

Altri relatori, come Cristiano Cannarsa – Amministratore Delegato di Sogei -, Anna Pia Sassano – Responsabile Processi e Sistemi ICT Agenzia delle Entrate – Antonio Tonini – Manager di Infocamere -, Lorenzo Vaccari – Coordinatore progetto open data Trentino – e Teresa Alvaro – Direttore Centrale Tecnologie Innovazione Agenzia delle Dogane e dei Monopoli -, hanno illustrato le esperienze portate avanti dalle loro Amministrazioni di appartenenza in materia di open data: si è parlato di dematerializzazione, reingegnerizzazione dei processi, trasparenza, riuso dei dati (anche in ambiti diversi da quelli in cui sono stati raccolti).

I casi di eccellenza illustrati dagli oratori sono stati l’Anagrafe Tributaria, il Registro delle Imprese, il progetto http://dati.trentino.it e AIDA (Automazione Integrata Dogane Accise): esperienze di successo realizzate attraverso impegno economico e totale rebuilding operativo.

WP_20140212_012

L’intervento di Roberto Battistelli e Progetto Semplice

Anche noi siamo stati invitati a partecipare a questo tavolo importante.

L’esperienza di Semplice è stata presentata da Roberto Battistelli, amministratore delegato di 01S s.r.l., azienda capofila del Progetto, il cui intervento è stato incentrato su come gli strumenti progettati in Semplice, partendo da informazioni detenute dalle PP.AA., quindi già disponibili a costo zero, possono elaborarle traendone nuova conoscenza e nuova ricchezza, sia per le Amministrazioni che per i cittadini.

Semplice si propone di elaborare una tecnologia in grado di portare un elevato valore aggiunto alla P.A., in termini di gestione documentale e programmazione delle policy: si tratta quindi di uno strumento di supporto sia per la struttura amministrativa che per l’organo politico”

Roberto Battistelli 01S

 

Rinnovate le cariche in Assosoftware

Fonte Assosoftware

BONFIGLIO MARIOTTI rieletto Presidente di Assosoftware per il triennio 2014-2016

Livio Garavaldi, Vice presidente di 01S, eletto consigliere 

Assosoftware, associazione aderente a Confindustria, ha riconfermato alla presidenza Bonfiglio Mariotti, durante l’assemblea ordinaria per l’elezione del nuovo Consiglio Direttivo, tenutasi il 10 ottobre 2013 a Bologna.

L’imprenditore riminese guiderà l’associazione fino al 2016, affiancato dal Vice Presidente Enrica Eandi (Sistemi Spa) e con il supporto dei Consiglieri: Antonello Allocco (Seritel Srl), Francesco Bonelli (24 Ore Software Spa), Piermassimo Colombo (Kalyos Srl), Stefano Ferro (Wolters Kluwer Italia Srl), Livio Garavaldi (01 Sistemi Srl), Anna Maria Nicolussi (Seac Spa), Maurizio Noce (Nuova Informatica Srl), Mario Pedrazzini (Zucchetti Spa), Laura Petroccia (Ads Automated Data Systems Spa), Paolo Rosetti (ITWorking Srl) e Cristiano Zanetti (Teamsystem Spa).

Il comparto rappresentato da Assosoftware vanta una rete di 105 imprese informatiche che occupano quasi 20.000 dipendenti e producono 4 miliardi di ricavi diretti. Le software house associate forniscono il software per la gestione contabile e dei sistemi di fatturazione a oltre 500.000 imprese, 150.000 commercialisti e tutte le associazioni di categoria.

La correttezza dei programmi delle software house associate è elevatissima grazie al confronto diretto giornaliero fra soci e PA, reso possibile dagli strumenti telematici dell’Associazione.

Mariotti ha esposto all’assemblea un ambizioso programma triennale, i cui punti forti sono:

·         FATTURAZIONE ELETTRONICA: uno standard per lo scambio di documenti fra imprese.

Le software house associate adotteranno il tracciato SDI di Sogei e ne faranno uno standard dei propri sistemi gestionali che consenta l’immissione automatica nella contabilità saltando il costoso inserimento manuale della prima nota, la riconciliazione dei pagamenti/incassi attraverso il collegamento dei flussi bancari e la conservazione sostitutiva dei documenti.

Per riuscire a realizzare questo obiettivo, Assosoftware costituirà:

·       UN PROPRIO HUB attraverso il quale transiteranno i documenti di centinaia di migliaia di imprese rendendo veloce, economico e soprattutto semplice  passare allo scambio elettronico delle Fatture.

·         OPEN DATA, riuso delle informazioni della PA come leva di business.

La possibilità di utilizzare le informazioni in possesso delle Pubbliche Amministrazioni è legge. La PA mette a disposizione i dati in modo statico e con formati non condivisi. L’obiettivo di Assosoftware è la creazione di un accesso alle banche dati e ai servizi on-line in cooperazione applicativa direttamente dai software gestionali.

 

Ufficio Stampa Assosoftware

Un premio per il Progetto SEMPLICE di 01S

Un premio e soprattutto l’ammissione ai finanziamenti della Regione Toscana per un progetto in fase di realizzazione da parte di 01S e i partner Bnova srl, Seacom srl e l’Università di Pisa.

L’azienda biturgense 01S ha scritto come capofila, con alcuni partner tecnologici e con la manifestazione di interesse della Unione dei Comuni Valtiberina e del Comune di Sansepolcro, un progetto innovativo che ha l’obiettivo di fornire agli Enti Locali una infrastruttura informatica, in linea con i principi dell’AGENDA DIGITALE ITALIANA, che sia da un lato strumento di trasparenza verso il cittadino, dall’altro supporto alla programmazione, gestione e valutazione delle politiche pubbliche è l’obiettivo di SEMPLICE, questo è il nome del progetto.

Cercando di valorizzare le iniziative del Telecentro, con progetti di ricerca e innovazione nel settore dell’Information Technologies per le Pubbliche Amministrazioni, 01S e i suoi partner, hanno coinvolto nel progetto come sperimentatori, alcune amministrazioni pubbliche locali come l’Unione dei Comuni Valtiberina e il Comune di Sansepolcro, ma anche altri PA come il Comune di Sesto Fiorentino.

Importante anche il supporto diretto di enti di studio e ricerca come del’Associazione T-OSSLab (Tuscany Open Source Software Lab), e l’UNIVERSITÀ Carlo Cattaneo LIUC di Castellanza.

SEMPLICE, il cui nome significa: SEManticinstruments for PubLIcadministrators and CitizEns, nasce dal fatto che gli Enti, alla luce del quadro normativo ed economico, sono chiamati a garantire: lo stesso livello di servizi ad una collettività sempre più esigente facendo però conto su minori risorse e su maggiori vincoli rispetto al passato; una maggiore trasparenza dell’attività e dei processi; una maggiore attenzione ai processi partecipativi.

La Regione Toscana ha riconosciuto a questo progetto un finanziamento, che consentirà di sperimentare e costruire soluzioni innovative per la PA e soprattutto per rendere la pubblica amministrazione SEMPLICE per i cittadini e soprattutto efficiente nella programmazione. Le amministrazioni del nostro territorio potranno così usufruire di questa sperimentazione e cercare di rimanere al passo con le norme e soprattutto allineate alle innovazioni dell’Agenda Digitale Italiana.

A conferma della capacità innovativa del progetto e delle aziende del nostro territorio, Il 13 marzo durante l’evento “Dig.Eat: Another bit in the wall”, manifestazione nazionale di ANORC (Associazione Nazionale per Operatori e Responsabili della Conservazione digitale dei documenti) dedicata all’Agenda Digitale e svoltasi a Roma, sono stati consegnati i riconoscimenti ANORC destinati a progetti di digitalizzazione particolarmente innovativi ed efficaci.

Il riconoscimento ANORC, istituito quest’anno, ha lo scopo di premiare e sostenere quanti lavorano nella digitalizzazione di dati e documenti e contribuiscono con le loro idee a far compiere alla rivoluzione digitale dei passi in avanti. Tra i progetti che hanno ricevuto il riconoscimento ANORC anche quello presentato da 01S, dedicato alla digitalizzazione della PA e in particolare dei Comuni, che è risultato primo nella categoria dei progetti per la pubblica amministrazione.

Una doppia soddisfazione che rende merito alle scelte fatte e qualifica il Telecentro dell’Unione dei comuni come polo per sviluppare progetti innovativi e facilitare l’accesso ai finanziamenti e alle nuove tecnologie per il nostro territorio.